A+ A A-

Progetto Scuole

" Il viaggio fornisce l’occasione per dilatare i cinque sensi: sentire e comprendere in modo più profondo, guardare e vedere in modo più intenso, assaporare e toccare con maggiore attenzione. Teso e pronto a nuove esperienze, il corpo in subbuglio registra più dati rispetto al consueto... Viaggiare intima il pieno funzionamento dei sensi. Emozione, affezione, entusiasmo, stupore, domande, sorpresa, gioia e sbalordimento, ogni cosa si mescola nell’esercizio del bello e del sublime, dello spaesamento e della differenza." Michel Onfray

 


PROGRAMMA ESCURSIONI DIDATTICHE
Per l'anno in corso, oltre alle attività base di lettura ed interpretazione del paesaggio, il PROGETTO SCUOLE si è arricchito di tre nuove proposte:
- Trekking urbano a Roma (Roma come non l'hai mai vista);
- Viaggio geologico alle isole Eolie.
Per queste due nuove iniziative, si richieda il programma specifico.

CAMMINARE PER CONOSCERE
Per molti che non lo praticano il trekking rappresenta una sorta di espiazione, una punizione alle cattive abitudini imposte dalla società contemporanea; pensiamo alle domeniche passate negli ipermercati, alle centinaia di ore incollati al televisore, allo sport praticato seduti comodamente su una poltrona complice un telecomando.
Niente di tutto ciò. Il trekking o più confidenzialmente “escursionismo a piedi” è la più naturale delle attività dinamiche dell'uomo il quale da sempre per spostarsi ha utilizzato le gambe. Qualcuno se ne è dimenticato “pensando invece di discendere direttamente dalle automobili ”come direbbe Le Brèton. Da sempre gli uomini più che camminare per il solo gusto di camminare si sono spostati, anche per lunghe distanze, per mille ragioni:gli scambi commerciali, i pellegrinaggi religiosi, le guerre, le migrazioni, il nomadismo.
Oggi, affrancati da questo faticoso e lento sistema di trasporto abbiamo bisogno di recuperare gli aspetti positivi, legati alla lentezza con cui ci si muoveva sulle strade di un tempo, dimenticando quelle di oggi, per rivivere la dimensione dei viandanti e dei pellegrini.Purtroppo tra i più “danneggiati” dalle cattive abitudini imposte dalla società contemporanea sono i nostri ragazzi i quali “stregati” da messaggi fuorvianti sono convinti che tutto sia dovuto, senza sforzo o fatica o sacrificio, che il movimento fisico sia una perdita di tempo, che internet, televisione, giochi elettronici siano una panacea che risolve tutti i mali.Andare a piedi non è lentezza da contrapporre in modo ideologico alla velocità, andare a piedi è recuperare una delle dimensioni possibili della esperienza umana, adeguata al corpo e alla mente, fa percepire la realtà come un insieme di particolari che altrimenti si perderebbero. Andare a piedi si accosta, si aggiunge come una opportunità alle altre esperienze di vita, non le contraddice, ma vi si pone come elemento critico verso di esse e da esse ne riceve la medesima criticità.
Un modello pluridisciplinare di educazione ambientale.
Inserito in un progetto per lo studio dell' ambiente, il trekking scolastico, in quanto lezione frontale, rappresenta sicuramente un valido ed utile sussidio alla lezione teorica in classe.
Diverse sono le discipline coinvolte nell'area di un progetto escursionistico: geografia(troppo bistrattata dagli attuali programmi ministeriali), storia (non c'e' storia senza ambiente ed ambiente senza storia), archeologia, astronomia, botanica, geologia, meteorologia. Finanche disegno, fisica e religione. Ovviamente, in primis, l'educazione motoria, attivita' spesso sostituita dai nostri giovani con quella passiva: lo sport in televisione.
Capacità operative acquisibili
- Comprensione e rappresentazione dello spazio geografico.
- Osservazione di un ambiente e scoperta degli elementi costitutivi fisici e antropici.
- Mettere in relazione fra di loro gli elementi di un ambiente evidenziandone funzioni e rapporti.
- Costruzione e interpretazione di mappe e di carte a diversa scala.
- Approfondimento dei rapporti che la moderna società industriale intrattiene col territorio, con particolare riguardo alle modalita' di sfruttamento delle risorse naturali e ai problemi relativi alla conservazione e alla protezione della natura.

ORIENTAMENTO E CARTOGRAFIA
Imparare a muoversi in un ambiente naturale sconosciuto con l'ausilio di cartina topografica IGM scala 1:25.000, bussola e sole.
Possibilità di fare una sola escursione riassuntiva oppure tre escursioni di approfondimento.
Svolgimento sul campo, in orario curricolare.

OSSERVAZIONI E LETTURA DEL PAESAGGIO
Una full immersion nel paesaggio della provincia di Bari e di Como finalizzato alla sua lettura dal punto di vista antropico oppure geologico o botanico. Attività da svolgersi in orario curricolare.


DALLA SORGENTE AL LAGO
Una giornata, a cavallo tra monti e il lago di Como seguendo una via d'acqua dalla sorgente all'immissione nel lago con speciale riferimento ai vari utilizzi della risorsa acqua ed ai modi di convogliarla e sfruttarla.
Il lago pleistocenico, l'allevamento di trote, la centrale idroelettrica, l'importanza dell'apporto detritico dei fiumi, l'incontro del fiume con il lago.


PERCORSI STORICI DEL LAGO DI COMO
Camminando lentamente lungo i sentieri che hanno fatto la storia del lago di Como: la via del ferro, le vie dei contrabbandieri, le vie dei carbonai.

LIGURIA,TREKKING DEL MARE
Escursione volta alla conoscenza dell'ambiente mare vista con l'occhio della storia, della geologia, della botanica. Una traversata di circa 3/4 ore lungo i sentieri costieri della riviera di levante.


GEO TREKKING
Escursione volta all'osservazione del paesaggio geologico nel territorio del triangolo lariano. Dalla formazione delle rocce calcaree ai processi di carsificazione ipogea ed epigea. Le morfologia carsica, nomenclatura. Facile esplorazione di una cavita' carsica ad andamento orizzontale


ESCURSIONI SENSORIALI
Ideate per le scuole primarie (classi seconde ) si svolgono in due distinte stagioni (autunno e primavera) e in due ambienti diversi (Parco Nazionale dell'alta Murgia e il Parco regionale delle dune di Torre Canne e Torre San Leonardo). I piccoli “esploratori” potranno avere i primi contatti con la Natura utilizzando i cinque sensi.

I VIAGGI NELLA GEOGRAFIA

ESCURSIONI A TEMA
Ideate per far conoscere ai ragazzi realtà geografiche, botaniche, antropiche, paesaggistiche completamente diverse da quelle alle quali sono abituati. Tra le varie realtà paesaggistiche presenti in Puglia, Basilicata e Molise, per citare i luoghi più vicini ai paesi della provincia di Bari, abbiamo selezionato alcuni itinerari, ma su richiesta possiamo spaziare su molte regioni ancora, avendo accumulato in 30 anni di escursionismo una buona conoscenza del territorio italiano.

IL BOSCO PLANIZIALE
Visita, esplorazione e studio di uno dei pochi boschi planiziali residui del territorio italiano. 500 ettari di bosco sopravvissuti ai tagli sconsiderati della riforma fondiaria dell'ultimo dopo guerra . Lungo un itinerario di 3 km sarà possibile osservare oltre che il bosco meso-igrofilo anche alcuni aspetti della flora psammofila, dell'erosione marina sulla costa. Con una digressione di circa 10 km sarà inoltre facile immergersi in un paesaggio calanchivo tra i più belli della regione Basilicata. Escursione giornaliera.

LA LAMA
Un itinerario di mezza giornata, nel territorio di Monopoli, per osservare dal vivo l'ambiente "lama". L'erosione delle rocce calcarenitiche, l'antropizzazione lungo i costoni rocciosi, l'inversione termica, il mondo ipogeo delle lame, tracce bizantine. Escursione storico-geo-botanica da svolgersi in orario curricolare.

IL PARCO DELL'ALTA MURGIA
Lettura del paesaggio murgiano nell'unico Parco Nazionale rurale d'Italia. La civiltà della pietra, l'adattamento botanico, la transumanza. Escursione di mezza giornata in orario curricolare.

DALLA SORGENTE AL MARE
Una giornata, a cavallo tra Puglia e Basilicata, per osservare e studiare tutto ciò che abbia come tema l'acqua: le bonifiche della riforma fondiaria, gli invasi artificiali preposti a vari scopi con i loro risvolti positivi e negativi, la sorgente, il lago pleistocenico, l'allevamento di trote, la centrale idroelettrica, l'importanza dell'apporto detritico dei fiumi, l'incontro del fiume con il mare. Escursione giornaliera.

DALLA MONTAGNA AL TRATTURO REGIO
Viaggio d'istruzione di una giornata, in provincia di Campobasso, per raggiungere (con minimo sforzo) la cima di una montagna. Rientrando breve escursione lungo un tratturo “regio” con visita finale ad un sito archeologico sannita-romano. Escursione giornaliera.

TREKKING DEL MARE
Escursione volta alla conoscenza dell'ambiente mare vista con l'occhio della storia, della geologia, della botanica. Una traversata di circa tre ore lungo la costa sud di Bari per fare osservazioni su tutto ciò che, camminando lentamente, si ha la possibilità di incontrare ma che sempre si da per scontato (la linea di costa, le maree, le torri costiere, le piante pioniere, l'erosione carsica, etc). Escursione di mezza giornata in orario curricolare.

SALENTO TREKKING
Solitamente la costa salentina, così come tutte le aree prospicienti il mare evoca ricordi estivi di bagni, abbronzatura, dolce far niente. La nostra proposta, al contrario, ci vuole viaggiatori lenti lungo le falesie che uniscono Porto Badisco a Otranto, le più orientali d'Italia, in un paesaggio che ricorda più la Dalmazia che l'Italia. Un percorso tra monumenti di pietre parlanti che hanno fatto la storia dei Messapi e dei loro discendenti. Possibilità di visita guidata ad Otranto.
Escursione giornaliera.

TREKKING DELLE DUNE
Escursione volta all'osservazione del delicato equilibrio dell'ecosistema duna. Nascita di una duna, il retroduna, le piante alofile, le “acque di Cristo”, la paleo duna. Escursione di mezza giornata in orario curricolare.

ARCHEO TREKKING
Escursione di un giorno nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Tre i temi della giornata: trekking a piedi da Capaccio nuovo a Capaccio vecchio, visita ad un'azienda di allevamento bufale, visita al sito archeologico di Paestum. Consigliata in primavera. Escursione giornaliera.

TREKKING, CULTURA, AVVENTURA
Un “trittico”, nel settore orientale del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, durante il quale si alterneranno una visita alle grotte di Pertosa, una escursione in montagna di difficoltà E, e la visita alla famosa Certosa di San Lorenzo in quel di Padula. Escursione giornaliera.

SETTIMANA CAMPO SCUOLA
La proposta di campo scuola post chiusura anno scolastico nasce dal desiderio di poter offrire una vacanza rilassante, ma nello stesso tempo ricca di emozioni e di scoperte, lontana, com'è, dagli schemi classici della “vacanza verde-camposcuola”, prefiggendosi di indirizzare il ragazzo/esploratore verso una fruizione il più naturale possibile dell'ambiente. La principale caratteristica è la totale full immersion, non solo nella Natura ma anche nello stile stesso della vacanza: tutta in autogestione con il coinvolgimento personale dei ragazzi nella realizzazione della stessa. Difatti non utilizzando strutture di alloggio classiche (albergo, pensione, ostello) i ragazzi, in completa autosufficienza (dalla preparazione dei pasti alle piccole pulizie quotidiane allo svolgimento delle attività motorie ), non solo hanno un contatto con la Natura ma imparano ad essere più indipendenti, a rispettare l'ambiente a preparare un pranzo ad aiutarsi nei momenti di difficoltà. Le attività previste spaziano dall'escursionismo a piedi, all'arrampicata sportiva, alla facile esplorazione di una grotta, all'esperienza in canoa e rafting. Tre i siti individuati per il campo: il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano in Campania, il Parco Regionale delle Grigne in Lombardia, il Canal Brenta-Altopiano dei Sette Comuni- Monte Grappa in Veneto.

2 GIORNI DI FULL IMMERSION NELLA NATURA
Mini viaggio d'istruzione tra il Parco Nazionale del Pollino e il neonato Parco dell' Appennino Lucano-Val d'Agri-Lagonegrese.
Il progetto prevede l'eplorazione di vari ambienti, attraverso l'osservazione permessa dal cammino lento. Dallo Ionio al Tirreno, passando per dune, impetuosi torrenti, montagne con vista mare.
Possibilità di provare l'emozionante ma facile discesa in raft lungo le gole basse del fiume Lao.
Il tutto armonizzato da una esperienza di autogestione in condivisione.

I VIAGGI DI ISTRUZIONE
Vacanzieri o viaggiatori? Un diverso modo di affrontare il cosiddetto “viaggio d'istruzione” coniugando l'aspetto culturale con l'esigenza degli spostamenti lenti, possibili solo con la pratica dell'escursionismo a piedi. Destinazioni in tutta Italia. Alloggio in ostello.
Periodi consigliati ottobre-novembre-aprile-maggio

I TREKKING ITINERANTI
Viaggi a piedi di tre/ quattro/ cinque giorni in vari ambienti del paesaggio italiano.Utilizzando strutture di accoglienza alternative e tenda da campeggio.

LE METE
In linea con i propri principi GET...inviaggioconric indirizza le visite verso mete, sia naturalistiche che storico-culturali, lontane dai circuiti legati al turismo di massa preferendo quelle erroneamente definite”minori”.

 

 

PROSSIMA ESCURSIONE

PROGRAMMA ANNUALE

330451
Copyright © 2013 In viaggio con Ric | Powered by Mari Del Pizzo